Le opere di ripristino e protezione che eseguiamo, riportano ogni struttura a completa funzionalità.

 

L'integrità di opere costruite a contatto con il mare è, negli anni, messa a dura prova.

Le strutture realizzate in zone montane sono interessate da sollecitazioni climatiche e da cicli gelo-disgelo che ne mettono a repentaglio la solidità strutturale.

Le costruzioni in cemento armato sottoposte ad "attacchi ambientali", presentano diffuse e disgreganti situazioni di degrado. L'esposizione alle intemperie e alle piogge acide aggrava tali fenomeni.

 

Gli interventi, strutturati in cicli di prodotti diversi applicati in tempi specifici, partono dalla rimozione degli elementi di degrado (asportazione dei copriferri, eliminazione della ruggine mediante sabbiatura) alla ricostruzione con malte strutturanti, per arrivare all'applicazione di cementi impermeabilizzanti adatti a proteggere le strutture sulle quali si è intervenuti e a restituirle alla loro perfetta funzionalità.

 

Intervento su un pontile marino: 

la struttura interessata (pontile sopraelevato carrabile avente lunghezza di 1.800 m e larghezza di circa 4 m.) presentava distacchi diffusi del copriferro da tutta la superficie intradossale ed è stata trattata con prodotti, da noi consigliati, della linea Fixbeton e Vandex e della divisione Seic Cementi della Harpo SpA.


Le consulenze durante il nostro intervento si sono svolte in stretta collaborazione con le maestranze impegnate nell'intervento di ripristino della struttura e con i tecnici (ingegneri in primis) che ne hanno studiato la fattibilità.